L’OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO NEL NUOVO CODICE DOGANALE DELL’UNIONE

 

L’ IDEA DI UNA CERTIFICAZIONE PER QUALIFICARE GLI OPERATORI RITENUTI MERITEVOLI, NON HA UNA GENESI COMUNITARIA.TALE ISTITUTO INFATTI È STATO INTRODOTTO PER LA PRIMA VOLTA NEL SISTEMA DI CONTROLLO STATUNITENSE SULLA SCIA DELLA EVIDENTE NECESSITÀ DI SICUREZZA SORTA DOPO GLI ECCEZIONALI EVENTI DELL’11 SETTEMBRE 2001.

DOPO L’ENORME TRAGEDIA, L’AUTORITÀ STATUNITENSE HA SOLLECITATO LA COMUNITÀ COMMERCIALE INTERNAZIONALE AD ATTIVARE UN COMUNE PROCESSO CHE GARANTISSE LA MAGGIOR SICUREZZA POSSIBILE ALLA CATENA LOGISTICA MONDIALE. E’ IN RAGIONE DI QUESTI ANTEFATTI CHE POSSIAMO CONTESTUALIZZARE LA FILOSOFIA CHE STA ALLA BASE DEI PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI CHE HANNO PORTATO IL LEGISLATORE EUROPEO A PENSARE E NORMARE LA FIGURA DELL’OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO.

 

L’OBIETTIVO: GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA CATENA LOGISTICA MONDIALE

 

Authorised Economic Operator

IL PRINCIPIO CARDINE SI FONDA SULLA «PARTNERSHIP» TRA DOGANA E OPERATORE ECONOMICO. LE LORO RELAZIONI DOVRANNO ESSERE IMPRONTATE SUI SEGUENTI CRITERI:

•TRASPARENZA RECIPROCA

•CORRETTEZZA

•EQUITÀ

•RESPONSABILITÀ

 

NEL 2008, L’UNIONE EUROPEA, TRAMITE GLI EMENDAMENTI DI SICUREZZA AL CODICE DOGANALE COMUNITARIO, POSE LE BASI LEGALI AL CONCETTO DI OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO, FONDATO SU STANDARD RICONOSCIUTI A LIVELLO INTERNAZIONALE IL LEGISLATORE COMUNITARIO INTRODUSSE UNA SERIE DI MISURE VOLTE A RAFFORZARE LA SICUREZZA DELLE MERCI NEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI. L’OBIETTIVO PERSEGUITO ERA QUELLO DI GIUNGERE A CONTROLLI DOGANALI PIÙ RAPIDI E MIRATI CON IL DOPPIO BENEFICIO DI OTTENERE UN MAGGIOR LIVELLO DI TUTELA DEL TERRITORIO E DEI CITTADINI UE, GARANTENDO AD OPERATORI «CERTIFICATI» COME AFFIDABILI, MAGGIORI PRIVILEGI IN TERMINI DI SNELLEZZA NEI RAPPORTI CON LA DOGANA A TUTTO VANTAGGIO DELLA CELERITÀ NELLO SCAMBIO DELLE MERCI E DELLE RISORSE FINANZIARIE UNIONALI E NAZIONALI.

 

LO STATUS DI AEO IN SINTESI

SICUREZZA DELLA SUPPLY CHAIN

•RESPONSABILIZZAZIONE E CORRETTA GESTIONE DELLA COMPLIANCE DA PARTE DELL’OPERATORE ECONOMICO.

•POSSIBILITÀ DI ACCEDERE AD UNA SERIE DI BENEFICI E DI SEMPLIFICAZIONI NELLE PROCEDURE E NEI PROCEDIMENTI DOGANALI.

 

 

BENEFICI DERIVANTI DAL POSSESSO DELLO STATUS DI AEO

L’autorizzazione AEO, se da un lato richiede l’applicazione di misure gestionali e la copertura dei rischi aziendali da parte del richiedente, attraverso la codificazione di procedure e compiti ed un elevato livello di conformità doganale e fiscale nello svolgimento dell’attività economica, dall’altro lato prevede specifici vantaggi indicati agli artt. 23-25 RD/UE 2446/2015.

 

PRIORITÀ ALLO SDOGANAMENTO

RIDUZIONE DEI CONTROLLI DOGANALI (CD, CS, VM) FINO AD UN MASSIMO DEL 90%

SCELTA DEL LUOGO DEI CONTROLLI

FORMALITÀ SEMPLIFICATE

RIDUZIONE DEI CONTROLLI A POSTERIORI

PROGRAMMI DI MUTUO RICONOSCIMENTO DELLO STATUS DI AEO CON PAESI TERZI

L’OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO NEL NUOVO CODICE DOGANALE DELL’UNIONE

 

L’ IDEA DI UNA CERTIFICAZIONE PER QUALIFICARE GLI OPERATORI RITENUTI MERITEVOLI, NON HA UNA GENESI COMUNITARIA.TALE ISTITUTO INFATTI È STATO INTRODOTTO PER LA PRIMA VOLTA NEL SISTEMA DI CONTROLLO STATUNITENSE SULLA SCIA DELLA EVIDENTE NECESSITÀ DI SICUREZZA SORTA DOPO GLI ECCEZIONALI EVENTI DELL’11 SETTEMBRE 2001.

DOPO L’ENORME TRAGEDIA, L’AUTORITÀ STATUNITENSE HA SOLLECITATO LA COMUNITÀ COMMERCIALE INTERNAZIONALE AD ATTIVARE UN COMUNE PROCESSO CHE GARANTISSE LA MAGGIOR SICUREZZA POSSIBILE ALLA CATENA LOGISTICA MONDIALE. E’ IN RAGIONE DI QUESTI ANTEFATTI CHE POSSIAMO CONTESTUALIZZARE LA FILOSOFIA CHE STA ALLA BASE DEI PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI CHE HANNO PORTATO IL LEGISLATORE EUROPEO A PENSARE E NORMARE LA FIGURA DELL’OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO.

 

L’OBIETTIVO: GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA CATENA LOGISTICA MONDIALE

 

Authorised Economic Operator

IL PRINCIPIO CARDINE SI FONDA SULLA «PARTNERSHIP» TRA DOGANA E OPERATORE ECONOMICO. LE LORO RELAZIONI DOVRANNO ESSERE IMPRONTATE SUI SEGUENTI CRITERI:

•TRASPARENZA RECIPROCA

•CORRETTEZZA

•EQUITÀ

•RESPONSABILITÀ

 

NEL 2008, L’UNIONE EUROPEA, TRAMITE GLI EMENDAMENTI DI SICUREZZA AL CODICE DOGANALE COMUNITARIO, POSE LE BASI LEGALI AL CONCETTO DI OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO, FONDATO SU STANDARD RICONOSCIUTI A LIVELLO INTERNAZIONALE IL LEGISLATORE COMUNITARIO INTRODUSSE UNA SERIE DI MISURE VOLTE A RAFFORZARE LA SICUREZZA DELLE MERCI NEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI. L’OBIETTIVO PERSEGUITO ERA QUELLO DI GIUNGERE A CONTROLLI DOGANALI PIÙ RAPIDI E MIRATI CON IL DOPPIO BENEFICIO DI OTTENERE UN MAGGIOR LIVELLO DI TUTELA DEL TERRITORIO E DEI CITTADINI UE, GARANTENDO AD OPERATORI «CERTIFICATI» COME AFFIDABILI, MAGGIORI PRIVILEGI IN TERMINI DI SNELLEZZA NEI RAPPORTI CON LA DOGANA A TUTTO VANTAGGIO DELLA CELERITÀ NELLO SCAMBIO DELLE MERCI E DELLE RISORSE FINANZIARIE UNIONALI E NAZIONALI.

 

LO STATUS DI AEO IN SINTESI

SICUREZZA DELLA SUPPLY CHAIN

•RESPONSABILIZZAZIONE E CORRETTA GESTIONE DELLA COMPLIANCE DA PARTE DELL’OPERATORE ECONOMICO.

•POSSIBILITÀ DI ACCEDERE AD UNA SERIE DI BENEFICI E DI SEMPLIFICAZIONI NELLE PROCEDURE E NEI PROCEDIMENTI DOGANALI.

 

 

BENEFICI DERIVANTI DAL POSSESSO DELLO STATUS DI AEO

L’autorizzazione AEO, se da un lato richiede l’applicazione di misure gestionali e la copertura dei rischi aziendali da parte del richiedente, attraverso la codificazione di procedure e compiti ed un elevato livello di conformità doganale e fiscale nello svolgimento dell’attività economica, dall’altro lato prevede specifici vantaggi indicati agli artt. 23-25 RD/UE 2446/2015.

 

PRIORITÀ ALLO SDOGANAMENTO

RIDUZIONE DEI CONTROLLI DOGANALI (CD, CS, VM) FINO AD UN MASSIMO DEL 90%

SCELTA DEL LUOGO DEI CONTROLLI

FORMALITÀ SEMPLIFICATE

RIDUZIONE DEI CONTROLLI A POSTERIORI

PROGRAMMI DI MUTUO RICONOSCIMENTO DELLO STATUS DI AEO CON PAESI TERZI

CENTROLENE

 

Centrolene Network is a membership based organization that brings together ambitious freight forwarders with a commitment to innovation, efficiency and growth. By deploying the C-Suite across the Centrolene Network, each member effectively transforms itself from a local player to a global one, with the ability to offer a standard of service and visibility that outperforms larger industry players.

 

ITASBA

 

ITASBA (Italian Shipagents and Brokers Alliance) Consortium is the largest Italian network of independent shipping agents. The network was born in the 2010 (formerly known as Universal Shipping Consortium) gathering 12 Italian shipping agencies with highly complementary intervention spheres and specializations. Through our 27 own offices and our diffused network of professional sub-agents in Italy, we provide our principals with a truly high-class service, individually tailored to each customer's need.

CENTROLENE

 

Centrolene Network is a membership based organization that brings together ambitious freight forwarders with a commitment to innovation, efficiency and growth. By deploying the C-Suite across the Centrolene Network, each member effectively transforms itself from a local player to a global one, with the ability to offer a standard of service and visibility that outperforms larger industry players.

 

ITASBA

 

ITASBA (Italian Shipagents and Brokers Alliance) Consortium is the largest Italian network of independent shipping agents. The network was born in the 2010 (formerly known as Universal Shipping Consortium) gathering 12 Italian shipping agencies with highly complementary intervention spheres and specializations. Through our 27 own offices and our diffused network of professional sub-agents in Italy, we provide our principals with a truly high-class service, individually tailored to each customer's need.

CERTIFICATO ISO 9001:2015
(scarica PDF)

 

ALLEGATO AL CERTIFICATO DI CONFORMITA'
(scarica PDF)

 

© BUCCHIONI SRL 2017 - viale San Bartolomeo 629 - 19126 La Spezia - P. I. 00814150116 - Cap. Soc. inter. Vers. € 105.000

PRIVACY POLICY - powered by LIVELLOUNO

© BUCCHIONI SRL 2017

 viale San Bartolomeo 629

19126 La Spezia

P. I. 00814150116

Cap. Soc. Int. Vers. € 105.000

 

PRIVACY POLICY

Powered by LIVELLOUNO